La scuola che cambia

Abbiamo fatto un’indagine nelle nostre scuole per scoprire che cosa pensano sui cambiamenti in atto nella scuola alunni, insegnanti e genitori. Abbiamo intervistato rispettivamente 50 alunni, 12 insegnanti e 12 genitori e abbiamo ottenuto le seguenti risposte:

 

Dopo aver esaminato i risultati del nostro sondaggio, ci siamo confrontati e abbiamo fatto alcune considerazioni:
– Rispetto alla prima domanda, i risultati non sono omogenei: circa la metà degli alunni si dichiara favorevole, idem per il contrario; i genitori e gli insegnanti sono per la maggior parte favorevoli. Secondo noi i voti sono troppo duri perché capita che in qualche materia si sia sotto, non si può riuscire ugualmente in tutto! Però non si può dimenticare che a scuola bisogna studiare e non bisogna essere ammessi se si è ignoranti! Quindi il voto, che definisce con maggiore precisione il livello raggiunto, può essere una soluzione accettabile.
– Per quanto riguarda il voto in condotta, la maggior parte degli intervistati dichiara di credere nella sua efficacia sul comportamento degli alunni: insomma, provati a comportarti male se rischi una insufficienza in COMPORTAMENTO!
Anche noi pensiamo che il voto in condotta sia utile, perché a scuola ci si deve comportare bene ed è giusto mettere delle regole un po’ dure perché la scuola deve essere seria come un posto di lavoro, ma non delle regole durissime perché in fin dei conti siamo dei ragazzi e ci piace giocare e divertire e perciò è normale che non ci comportiamo benissimo!
Secondo noi però il voto in condotta non servirà a migliorare veramente il comportamento degli alunni: ci sono dei nostri compagni che pur sapendo che c’è questo rischio di bocciatura continuano a comportarsi male.
– Per quanto riguarda la terza domanda, la quasi totalità degli intervistati si dichiara decisamente contraria al maestro unico. Anche noi non siamo d’accordo a questa ipotesi, perché ci pare ovvio che un insegnante non possa essere preparato in tutte le materie e poi sarebbe una soluzione molto noiosa per gli alunni se si pensa che a scuola per tutte le otto ore ci dovrebbe essere sempre lo stesso docente!
– Le risposte all’ultima domanda sono molto variegate. Forse vuol dire che la gente in generale sente la necessità di qualche cambiamento nella scuola, ma non è poi così sicura che i cambiamenti proposti siano quelli giusti.
IN CONCLUSIONE NOI SPERIAMO CHE QUESTO PROVVEDIMENTO DEL MAESTRO UNICO NON VENGA MAI PRESO IN CONSIDERAZIONE E CHE LA SCUOLA CONTINUI AD ESSERE SERIA E CHE I RAGAZZI RISPETTINO GLI INSEGNANTI E AFFRONTINO CON RESPONSABILITA’ L’IMPEGNO SCOLASTICO.

SARA 2D TABACCHI FANNY 3C TABACCHI
ADRIANO 5A GENTILINO ATENA 5B VIGEVANo

 

Annunci
Categorie: Cronaca in Classe | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: