Il Diritto all’Istruzione

In molti paesi del mondo moltissimi bambini non possono frequentare la scuola, per ragioni legate alla povertà. Abbiamo letto su un libro dell’UNICEF che circa 123 milioni di bambini non possono andare a scuola, anche se è gratuita, perché le famiglie non hanno di che sfamarsi e non possono farsi carico neppure di spese minime. Tutti questi bambini che non hanno mai frequentato la scuola diventeranno degli adulti “analfabeti”, non sapranno mai leggere né scrivere, non potranno imparare bene un mestiere, rimarranno in una condizione di miseria. In Italia la frequenza della scuola è obbligatoria per legge, il diritto all’istruzione è sancito dalla nostra Costituzione.
Ma, a che serve il DIRITTO che ci è riconosciuto, se non si accompagna al nostro DOVERE di imparare??? Con questa semplice osservazione abbiamo capito la famosa frase “il diritto non è che l’altra faccia del dovere”.
Abbiamo imparato che in tanti Paesi del mondo i diritti dei bambini non sono, per diversi motivi, rispettati e questo ci pone un altro dovere: quello di fare tutto ciò che ci è possibile perché le cose possano migliorare – magari una piccola raccolta di fondi come quella per “Un vestito per Natale” o il partecipare ad una manifestazione per sensibilizzare gli adulti a capo di un Paese o la realizzazione di una “Pigotta”… senza stancarci, senza arrenderci, convinti che siamo sulla strada giusta. Essere attenti a questi temi è importante affinché si facciano sempre passi avanti nel rispetto dei diritti dei bambini.
In questi ultimi anni la scuola italiana è diventata sempre più un incontro con le altre culture, un laboratorio interculturale. Abbiamo sentito di una proposta di legge per la quale i Dirigenti scolastici avrebbero dovuto segnalare i genitori dei loro alunni non in regola con il permesso di soggiorno: quei bambini avrebbero forse cessato di essere “bambini”? Come conseguenza non sarebbe stato violato il loro diritto ad essere istruiti? Per fortuna la proposta non è stata ascoltata. Noi abbiamo il DOVERE di informarci e riflettere su ciò che accade. Con l’istruzione si insegnano valori importanti quali l’uguaglianza, la tolleranza, la pace.
NON C’È FUTURO SENZA ISTRUZIONE!

5A 5B 5C GENTILINO 3B TABACCHI

Annunci
Categorie: Cronaca in Classe | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: