Quando la musica aiuta gli altri

Questa espressione l’ho usata perché molto spesso la musica diventa lo strumento per portare la pace e fare beneficenza. In molti testi tanti cantanti parlano della crisi del mondo. Nel 1984 gli inglesi avevano fatto una canzone per l’Africa che si chiamava Do They Know It’s Christmas – Band Aid.
Questa canzone aveva dato una speranza per l’Africa per raccogliere soldi da donare al popolo africano e alle associazioni che si occupano di questo Paese e per sensibilizzare il mondo intero. Questa idea era venuta a Bob Geldof e vi presero parte anche altri artisti come Bono Vox, Paul McCartney, ecc.
Nel 1985 lo fecero gli americani con una canzone che si chiamava We are the world alla quale lavorarono molti artisti, come Michael Jackson, Diana Ross, Tina Turner, ecc. La canzone era stata organizzata da Michael Jackson, molto famoso in quei tempi, grazie alle sue canzoni, come Thriller, il singolo più celebre del cantante, e The girl is mine.
Nella canzone Heal this world del 1992 Micheal Jackson racconta dei bambini che soffrono i disagi delle varie guerre del mondo; il video, attraverso immagini crudeli e fotogrammi di bambini e di soldati, vuole sensibilizzare i politici e i Paesi di tutto il mondo.
Nel 2005 i Green Day insieme al celebre gruppo pop degli U2 hanno inciso The saints are coming, una canzone che parla dell’uragano Katrina e delle numerose vittime di questa calamità. L’obiettivo è stato raccogliere fondi per la ricostruzione delle case. Un evento simile è accaduto in Italia, soltanto lo scorso anno: il 6 aprile del 2009 l’Aquila e l’Abruzzo sono stati i protagonisti di un terribile terremoto che ha fatto numerose vittime. Tra le diverse azioni di solidarietà, gli artisti italiani hanno aderito alla realizzazione di un singolo a favore della popolazione terremotata, venduto in tutto il Paese: il ricavato è stato infatti donato alla regione Abruzzo per la ricostruzione.
Anche in occasione dell’ultimo episodio sismico che ha coinvolto Haiti il 13 gennaio 2010 i più grandi artisti internazionali, che parteciparono alla canzone per l’Africa, hanno composto A song for Haiti, i cui proventi sono stati devoluti in beneficenza a favore delle vittime del terremoto.

Yassin 1 C Tabacchi

Annunci
Categorie: Arte&Cultura, Musica&Spettacolo | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: