Il Tango

Il ballo porteño diventa patrimonio mondiale dell’Umanità
“Il tango promuove il dialogo e la diversità”. Così ha dichiarato l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, riunitasi per vagliare l’importanza storico culturale di riti e tradizioni da salvaguardare. Con questa motivazione il tango argentino è diventato un bene culturale immateriale, da tutelare e promuovere nel mondo, come specchio della cultura di un popolo.
È tempo di milonga
La milonga è la forma originaria del tango: nata negli ultimi decenni dell’Ottocento nei sobborghi della capitale argentina e della vicina Montevideo, deriva dalla contaminazione tra la payada della pampa argentina (improvvisazione poetica popolare accompagnata dalla chitarra) e la habanera cubana. Ballata clandestinamente dagli immigrati nei convetillos, le caratteristiche abitazioni del quartiere genovese di Buenos Aires, La Boca, e nei bordelli, raccontava le difficoltà della vita, la nostalgia per il proprio Paese, la solitudine di chi aveva cercato fortuna oltremare. Fondendosi poi con il candombe, ballo di origine africana delle località del porto, ha dato origine al tango. Accanto al tema passionale presto si sviluppò il ‘linguaggio del coltello’, che esprimeva il culto della sfida e del coraggio. Il cosiddetto ‘tango del coltello’ era infatti ballato da due uomini, secondo alcuni metafora della lotta. Le parole delle canzoni sono spesso in lunfardo, il gergo tipico degli immigrati parlato nella zona portuale di Buenos Aires. In seguito tutta la vita della città entrò nella musica e nelle parole del tango e furono composti tanghi di beffa, di odio, di recriminazione; quando a Parigi diventò moda, fu elevato quasi a ‘forma d’arte’, nobilitato e ingentilito nell’espressione, rivestendosi di una patina di perenne malinconia. Il successo si deve ai primi del Novecento quando si impose il trio strumentale che oggi costituisce la base del tango (bandoneón, violino, pianoforte) e quando i salotti parigini iniziarono ad apprezzarne la musica, soprattutto grazie all’interprete Carlos Gardel.

Alice 3 D Tabacchi

UNESCO
Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura
Sono membri dell’UNESCO, dal marzo 2008, 192 Paesi più 6 membri associati. Il quartier generale dell’UNESCO è a Parigi, in Francia, e opera programmi di scambio educativo, scientifico e culturale da 60 uffici regionali sparsi per tutto il mondo. I progetti sponsorizzati dall’UNESCO comprendono programmi scientifici internazionali; programmi di alfabetizzazione, tecnici e di formazione degli insegnanti; progetti regionali e di storia culturale e cooperazioni internazionali per conservare il patrimonio culturale e naturale del pianeta e per preservare i diritti umani. Una delle missioni dell’UNESCO è quella di mantenere una lista di patrimoni dell’umanità. Questi sono siti importanti culturalmente o dal punto di vista naturalistico, la cui conservazione e sicurezza sono ritenute importanti per la comunità mondiale. Attualmente l’Italia è la nazione che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità (44 siti), seguita dalla Spagna (41 siti) e dalla Cina (38 siti). Nel 1997 è stato definito anche il concetto di patrimonio orale e immateriale dell’umanità.
Bene immateriale secondo l’Unesco
Per “patrimonio culturale immateriale” s’intendono le usanze di un popolo, le rappresentazioni, le conoscenze, come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali di un luogo, che l’Unesco intende tutelare e promuovere. Questo patrimonio culturale immateriale è trasmesso di generazione in generazione, ricreato dalle comunità che ricordando la propria natura e la propria storia, acquistano un senso d’identità e di certezza, promuovendo in tal modo il rispetto per la diversità culturale e la creatività umana.

Genessis 1C Tabacchi

Annunci
Categorie: Arte&Cultura, Musica&Spettacolo | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: