Dolcetti e giochi per Santa Lucia

Conoscete la storia di Santa Lucia? È una delle più belle tradizioni della bergamasca: nella notte tra il 12 e il 13 dicembre, la Santa si incarica di distribuire doni ai bambini passando con un asinello. Bisogna far trovare un po’ di paglia sotto la cappa del camino per nutrire l’asinello e poi andare a dormire, perché la Santa non vuol farsi vedere. In questa notte vi è ancora l’usanza di appendere alle finestre dei mazzetti di carote per ingolosire il suo asinello, ed invogliarla a lasciare più doni ai bambini. Accanto veniva posto un lumino acceso per illuminare la finestra e per indicare la presenza di bambini. La mattina dopo aprendo la finestra, si trovavano: pastefrolle, caldarroste, carrube, castagne bollite, noci, nocciole, arachidi, cachi, mandarini, fichi secchi, croccanti fatti in casa, acqua e zucchero, sandaletti, scarpe, o ancora maglioni e calze di lana necessarie per l’inverno. I regali per le bambine erano di solito bambole in legno o in pezza; i bambini trovano giocattoli di legno, biglie e fionde. Nel periodo fascista, Mussolini faceva giungere a nome di Santa Lucia dei pacchi dono con abiti, zoccoli e caramelle. In Sicilia c’ è anche l’usanza di mangiare la cuccia, grano bollito con il vino, in quanto secondo la tradizione in questo giorno non si può mangiare pasta e pane e si usano consumare solo verdure, legumi e arancine. Inoltre il 13 dicembre viene posto un cesto per la raccolta delle letterine ai piedi della Santa. Questa è la storia di S. Lucia, se qualcuno andrà a Bergamo, scoprirà che tutti i bambini festeggiano ancora questa Santa.

Sara 2ª A Tabacchi

Annunci
Categorie: Arte&Cultura, Cronaca in Classe, News | Tag: , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Dolcetti e giochi per Santa Lucia

  1. aNdRe

    Sara,ormai la redazione 6 solo tu!!!!!
    fai scrivere pure noi!!!;)

  2. paola pezzulla

    io devo molto a santa lucia , per aver protetto la mia vista e la mia fede, conoscere la sua storia e cosa fare per nome suo mi da’ sollievo, non sapevo cosa fare per ringraziare della grazia ricevuta, adesso so che si tratta di doni ai bimbi ma comunque doni e che lei li portava con l’asinello e questo per me e’ bellissimo spero di riuscire a farlo con il suo aiuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: