Il nostro blog

La Politica dei Ragazzi

A tre giorni dalla giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia, alcune classi del nostro Istituto hanno partecipato al consiglio di Zona 5. Il nostro obiettivo? Migliorare il quartiere

Giovedì 17 novembre, tre giorni prima della giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia, la classe 2E ha partecipato al consiglio di Zona 5 in Viale Tibaldi 41, insieme alla Scuola Primaria di via Brunacci, la Pertini e quella di via Vallarsa. A coordinare Chiara Ciffi del CIAI, un’associazione che intende aiutare i minori in difficoltà. Erano presenti anche il vice-sindaco Maria Grazia Guida, il Presidente del consiglio di zona 5 Aldo Ugliano con Luisa Gerosa, preposta all’educazione e alla promozione delle attività nelle scuole. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di dare a noi ragazzi la possibilità di esporre le nostre idee e di fare proposte per migliorare la zona in cui viviamo e le scuole che frequentiamo. La maggior parte di esse erano davvero molto interessanti e condivise.

La scuola di via Brunacci, ad esempio, rappresentata da una classe multietnica, ha espresso il desiderio di dipingere le pareti della 4B di un bel colore vivace, e di desiderare casette di legno, porte da calcio e una fontana con acqua potabile. E inoltre, piste ciclabili per potere utilizzare la bicicletta come mezzo per condurli scuola.

L’altra classe, la 5A, ha chiesto un laboratorio di arti manuali e una sala giochi con ping pong e biliardino. E noi, “mitici” ragazzi della 2E abbiamo espresso le nostre proposte per il tempo libero, la mobilità, l’ambiente e la solidarietà. Sono intervenuti Marco, Giovanni, Alen, Giorgia e Stephanie. Noi vorremmo organizzare meglio le aree pubbliche per il gioco dei ragazzi, creare luoghi ed occasioni di incontro, organizzando ad esempio un cineforum permanente, incentivando associazioni musicali, teatrali, sportive, avere uno spazio in cui si possano svolgere corsi pomeridiani formativi (lingue, cucina, giardinaggio) o laboratori artistico/artigianali (scuola di fumetto, produzione di manufatti, ecc.). E ancora, istituire un comitato di raccolta fondi per l’acquisto di materiale scolastico da inviare ai giovani in difficoltà e destinare locali scolastici in cui i ragazzi più bravi possano aiutare i loro compagni. Tante le richieste in merito all’ambiente e alla mobilità che abbiamo proposto per rendere più sicuri i nostri spostamenti: piste ciclabili, percorsi pedonali, zone a velocità limitata. Stefanie ha poi individuato due aree particolarmente problematiche nella nostra zona, il Naviglio Pavese, molto sporco, e la Darsena, tuttora con problematiche. E non è finita qui. Un concorso per scegliere il miglior manifesto per promuovere il senso civico! È stata una bella esperienza. La partecipazione al Consiglio di zona 5 ci ha reso consapevoli del nostro passaggio dalla condizione “passiva” di studenti inconsapevoli del loro ruolo e privi di iniziativa, a una condizione “attiva” di cittadini-studenti che oggi partecipano, ma domani dirigeranno la società.

Francesca, Jennifer, Stefanie, Alessio, 2ªE Tabacchi

One reply to “La Politica dei Ragazzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star