Carnevale nel mondo

Il Carnevale è una delle feste più colorate e allegre. Ma quali sono le sue origini?


Da quello che sappiamo ha un’origine religiosa. Molte testimonianze storiche affermano che le maschere erano usate anche nell’antichità, soprattutto nell’Impero Romano, in cui gli stregoni durante i riti magici indossavano abiti pieni di piume e sonagli, assumendo così un aspetto malefico, per scacciare gli spiriti maligni. Sempre in quell’epoca si usavano costumi colorati in occasione delle feste in onore degli Dei. Ma la vera origine del Carnevale è da attribuirsi ai festeggiamenti in onore di Bacco (il Dio del vino), che si svolgevano lungo le strade; i baccanti usavano delle maschere, il tutto accompagnato da vino e danze.
Uno dei Carnevali più famosi è quello che si svolge a Rio de Janeiro che è considerato un evento imperdibile perché è pieno di costumi stravaganti, musica, danze e spettacoli fenomenali. Il Carnevale che si svolge a Rio è molto conosciuto per le sue parate di Samba. Fino a qualche anno fa si festeggiava per le strade ma ora si è trasferito al Sambodromo (una vasta struttura di cemento con un ampio viale che attraversa il centro). Una delle caratteristiche di questo Carnevale sono i costumi sfavillanti e esotici. C’è anche una competizione ufficiale per il costume più bello che avviene al Gloria Hotel.
Un altro dei Carnevali più noti è quello di Venezia, molto famoso per le maschere e i costumi.
A partire dal 1271 nacquero scuole e tecniche nuove per produrre maschere e costumi. Le prime maschere realizzate sono state quelle in argilla, cartapesta, gesso e garza. Quelle più utilizzate nel carnevale antico, ma anche di oggi, è la maschera di Bauta, bianca sotto un tricorno nero assieme a un mantello scuro detto Tabarro.
Anche in altri luoghi del mondo e d’Italia si festeggia il carnevale in modo sfarzoso e divertente. In Italia ricordiamo, oltre a quello di Venezia, quello di Viareggio, Putigniano, Acireale, eccetera.
A Milano si festeggia, invece, il Carnevale Ambrosiano che è più lungo di quello tradizionale (finisce il sabato successivo al martedì grasso), perché, secondo la tradizione, la popolazione decise di iniziare le liturgie quaresimali dopo il ritorno di Sant’Ambrogio da un pellegrinaggio. A Milano la maschera più comune è quella di Meneghino: egli era un servo buono e simpatico che prendeva in giro i nobili. Per questa festa sono previsti carri, maschere colorate, giochi per bambini e danze. Il carnevale a Milano ha avuto inizio nel XII secolo quando i menestrelli andavano da castello a castello per rallegrare i nobili.

Giada 2ª A Tabacchi

Categorie: Arte&Cultura | Tag: , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: