Incontro con Luca Santini alla Libreria Largo Mahler

Oltre i libri e la musica, ama il giardinaggio e tifa per il Torino. Abbiamo intervistato Luca nella sua Libreria in Largo Mahler che in questo momento attraversa un periodo di crisi. Ma la voglia e le idee per continuare ci sono tutte

Il 15/03 siamo andati in libreria ad intervistare Luca Santini, proprietario della Libreria Largo Mahler per conoscerlo meglio e chiedergli i motivi che lo stanno spingendo a chiudere. Ci ha accolti nella sua piccola ma accogliente libreria che ha aperto 10 anni fa scegliendo il nome “Largo Mahler” dalla piazza antistante che ospita l’Auditorium Giuseppe Verdi. In quel periodo, spiega Luca, non c’erano librerie in questa zona e approfittando di un bel “gruzzoletto” frutto del suo precedente lavoro, ha deciso di tuffarsi in quest’avventura unendo le sue due passioni: la musica e i libri. La lettura lo ha sempre accompagnato; da piccolo divorava libri di storia e avventura, oggi legge romanzi, libri gialli, libri sulla musica, per ragazzi e specialmente in quest’ultimo settore deve tenersi informato dato che da quando ha aperto, ogni anno organizza la mostra del libro nelle scuole del quartiere. Oltre alla lettura ama il giardinaggio, è un tifoso del Torino e abbiamo scoperto che è un “ladro”, ma non di oggetti, bensì di parole, infatti ascolta le recensioni dei suoi clienti e così riesce a dare consigli alle altre persone sui libri da scegliere!
Gli abbiamo chiesto come mai sta pensando di chiudere la libreria e il motivo è la mancanza di vendite, ma da quando la voce della chiusura si è sparsa per il quartiere (e non solo) in tantissimi sono accorsi in suo aiuto, sia moralmente che finanziariamente infatti le vendite sono aumentate. Secondo Luca una libreria più grande lo aiuterebbe molto; organizzerebbe incontri con i bambini con le “merende tra i libri”, incontri con gli scrittori, concerti, corsi di scrittura. Vorrebbe continuare la sua attività, ma se dovesse chiudere continuerebbe ugualmente con lo stesso lavoro ma in un’altra libreria e ciò gli dispiacerebbe anche per Elena e Manu, le persone che lo aiutano. Elena, che era presente durante l’intervista, ci ha confidato che farebbe la dog-sitter, ma solo per cani bassotti!
A Luca dispiacerebbe anche non poter permettere ai suoi figli di avere a disposizione la libreria visto che anche a loro piace molto leggere; anche sua moglie sarebbe dispiaciuta dato che tutte le sere a cena gli chiede di raccontarle qualche aneddoto che gli è capitato durante la sua giornata. A noi ne ha raccontati due: un suo cliente, entrando nella libreria, lo ha salutato chiamandolo “signor Mahler” credendo che fosse il celebre compositore! Un’altra volta ha consigliato ad una persona non vedente, l’acquisto di un audiolibro da poter ascoltare mentre quella persona guidava la macchina!!!
Luca non si limita a leggere ma ha scritto alcuni racconti e delle sceneggiature teatrali ma mai un libro però se un giorno decidesse di farlo scriverebbe “10 anni di aneddoti in libreria” per raccontare tutti gli episodi più strani legati al suo lavoro!
Ci auguriamo che la sua attività duri a lungo e che riesca ad ingrandirla per dare la possibilità a tutti di avere consigli su libri e musica da una persona simpatica e competente.

Emma e Chiara 3^C, Filippo 5^A, Emma 5^B Gentilino

Annunci
Categorie: Il nostro quartiere, Interviste, News | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: