Il nostro blog

L’ALTRA META’ DEL CIELO… di Vasco

In prima assoluta, fino al 13 aprile debutterà al teatro alla Scala una nuova produzione che vede il Corpo di Ballo danzare sulle note di Vasco Rossi. “Il mondo rock e quello della classica possono sembrare molto distanti tra loro; in realtà si tratta di due espressioni artistiche animati dalla stessa energia“, dice. Oggi la prima!

MILANO. Vasco Rossi è uno dei cantanti più conosciuti d’Italia, che ha scritto, con le sue canzoni, pagine importantissime della storia della musica. Adesso, con nostro immenso stupore, lo troviamo al Teatro della Scala. Ha scritto, infatti, la drammaturgia del balletto “L’altra metà del cielo” sulle proprie canzoni: un’invenzione fatta dalla produzione scaligera nella nuova stagione 2012 del balletto. Vasco durante le sue canzoni non era solo: le sue eroine sono Silvia e Susanna, ma anche altre, che vivono e raccontano la propria vita attraverso la musica, il linguaggio del corpo e la potenza voce di Vasco. Ma non è finita qua… Durante questo lavoro Vasco ha voluto coinvolgere due suoi collaboratori: Stefano Salvati per la parte artistica e Celso Vallu per l’orchestrazione: Albachiara, Silvia, Sussanna, Anima Fragile, Brava, Gabri, Incredibile romantica, Brava Giulia, Delusa, Jenny è pazza, Laura, Sally e per concludere Un senso sono le 13 canzoni scelte. Le coreografie per gli oltre 20 ballerini sono di Martha Clarke, una delle più famose del mondo. In un’intervista dice di essere innamorato dei velluti rossi e dei fregi della Scala, che l’idea di fare un balletto sulle sue musiche “è avvenuto dall’incontro con il Maestro Makhar Vaziev, direttore del Corpo di Ballo, e Gastón Fournier-Facio, coordinatore artistico del Teatro alla Scala. Sono venuti a un mio concerto al Forum d’Assago e dopo sono andato io alla Scala. Loro hanno deciso di scegliere me, il mio nome, la mia musica e le mie canzoni per avvicinare al balletto anche un pubblico diverso; infine, con l’assenso del sovrintendente Lissner, è partito il progetto per realizzare questo spettacolo”. E sulla domanda di come si possa incontrare il mondo rock con quello del balletto classico, risponde: “Il mondo rock e quello della classica possono sembrare molto distanti tra loro; in realtà si tratta di due espressioni artistiche animati dalla stessa energia e dalla stessa sensualità: la musica sale da dentro e il corpo traduce le sensazioni, le emozioni”. Ispirato a questo spettacolo c’è anche il suo ultimo lavoro discografico che è uscito ieri, disponibile in CD, 2 LP numbered deluxe edition e in digitale. Questo album esce per la prestigiosa etichetta “His Master’s Voice” ed è stato lavorato al top della qualità sonora: così Vasco è il primo artista italiano a pubblicare un album Mastered for iTunes con l’audio a 24 bit 96 KHz.

Aileen A. 1^D Tabacchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star