In visita alla moschea di Via Meda

Abbiamo incontrato l’Imam Pallavicini nei locali della moschea Al-Waid di Via Meda che ospita anche la Co.Re.Is. italiana, un’istituzione che si occupa principalmente del dialogo tra le religioni.

Il 29 marzo ci siamo recati in visita alla moschea Al-Wahid di Milano in Via Meda per conoscere ed intervistare l’Imam e per visitare i locali di uno dei templi della religione islamica. Siamo stati accolti nel cortile dall’Imam Yahya Sergio Yahe Pallavicini, da suo figlio Muhammad e da un giovane Imam, Adam ‘Abd as-Samad Cocilovo. Abbiamo visitato la moschea, visto i locali che accoglieranno una scuola religiosa islamica e ci siamo recati nella sede della Co.Re.Is. (Comunità Religiosa Islamica) Italiana dove l’Imam ci ha donato dei libri sulla religione islamica, un dvd e un depliant sulla moschea. In seguito ci siamo recati all’interno della moschea dove, dopo aver tolto le scarpe, ci siamo seduti sul grande tappeto rosso e abbiamo fatto la nostra intervista.

Chi è l’Imam, che ruolo ha e come lo si diventa?
L’Imam è una guida spirituale che aiuta la comunità. Ha il ruolo di studiare il Corano e saper trasmettere ciò che ha imparato ai fedeli per aiutarli ad essere dei buoni cittadini, genitori, studenti nella via di tutti i giorni; lo si diventa frequentando una scuola. La religione musulmana è priva di clero quindi ogni fedele può essere “sacerdote di se stesso”.

Come e quando è nata la religione islamica?
La religione islamica nacque nel VII secolo d.C. con la nascita del profeta Maometto (570-632).

Quali caratteristiche deve avere una moschea?
Una moschea deve essere un grande spazio vuoto dove vi sono solo tappeti per terra e scritte in arabo sui muri. L’Imam ci ha spiegato che la religione islamica è una religione aniconica cioè non ci sono immagini di figure umane nei luoghi di culto perché i fedeli non devono distrarsi ma rivolgersi a Dio con tutta la propria concentrazione.
Le moschee hanno una nicchia che indica una direzione (in arabo Qibla), La Mecca, luogo sacro per i fedeli. Esistono nei deserti delle moschee a cielo aperto, senza pareti, ma che hanno la nicchia, necessaria ai fedeli per rivolgere le loro preghiere verso La Mecca.
Il nome di questa moschea è “Al-Wahid” che significa “l’Unico”, riferito a uno dei 99 attributi che vengono dati ad Allah.

Ci sono regole per i fedeli e i familiari in una moschea?
La regola più importante è togliere le scarpe perché si sta calpestando un luogo sacro; questa regola è stata presa da un versetto del Corano nel quale Dio chiede a Mosè di togliersi i calzari per poter parlare con Lui. In secondo luogo i fedeli sono scalzi per una questione di pulizia. In questa moschea gli uomini pregano in posizione più avanzata rispetto alle donne. I bambini vengono con i loro familiari e si insegna loro ad essere rispettosi della preghiera già dai sette anni.

Quando è stata costruita questa moschea?
La moschea è stata adibita a luogo di culto 10 anni fa; prima era un capannone industriale ma poi dopo averla presa in gestione abbiamo chiesto l’autorizzazione al Comune di Milano e oggi stiamo progettando di ristrutturare la palazzina di fronte per creare una scuola islamica.

Quali sono i precetti della religione islamica?
La religione islamica si fonda su 5 pilastri o precetti: la preghiera 5 volte al giorno, l’elemosina rituale, il digiuno dall’alba al tramonto durante il mese di Ramadan, la dimostrazione di fede e il pellegrinaggio a La Mecca almeno una volta nella vita.

È mai stato a La Mecca?
Sono stato a La Mecca diverse volte e l’esperienza è molto emozionante ed impressionante perché ho trovato uomini, donne, bambini e anziani di tutte le razze pregare tutti insieme. Ci sono milioni di fedeli che girano a passo veloce per 7 volte intorno ad una costruzione di forma cubica , la Ka’ba; poi c’è un altro rito che ricorda il tragitto ripetuto da Agar, la seconda sposa di Abramo, la quale per sette volte corse verso le alture del deserto per trovare una sorgente d’acqua che possa dissetare il piccolo figlio Ismaele.

Quali sono le celebrazioni più importanti?
Le celebrazioni più importanti sono la Festa della rottura che celebra la fine del mese di Ramadan e la Festa del Sacrificio che segna la fine del pellegrinaggio.

Quali sono le attività della Co.Re.Is?
La Co.Re.Is. lavora per favorire il dialogo tra fedeli di diverse religioni tramite i loro rappresentanti sia religiosi che politici. Nel corso degli anni ho incontrato i rappresentanti della religione ebraica, cristiana cattolica e ortodossa, rappresentanti dell’Unione Europea e dei Paesi Islamici. Lavoriamo inoltre per garantire la sicurezza nelle scuole.

Ha scritto dei libri?
Si, ho scritto quattro libri: “Islam in Europa” che raccoglie degli studi sui musulmani in Europa, “Dentro la moschea” una raccolta di sermoni di alcuni Imam, “Il misericordioso; Allah e i suoi profeti” che parla dei profeti che hanno trasmesso la parola di Allah, “La Sura di Maria”, un commento su un capitolo del Corano che parla della Vergine Maria.

Pensa che in futuro le tre grandi religioni monoteiste possano vivere pacificamente?
Questo è un problema antico. Tutte le religioni hanno messaggi di pace. Le religioni potranno vivere pacificamente, ma ci sono stati dei cattivi religiosi che a volte fanno violenze contro fedeli di altre religioni.

Nicolò e Rocco 5^A Gentilino, Min 1^D e Giada 2^A Tabacchi

Annunci
Categorie: Cultura, Culture, Il nostro quartiere, Interviste, multiculturalità, News | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “In visita alla moschea di Via Meda

  1. Emanuela Duina

    Bel servizio , ragazzi. Complimenti. Ogni volta che apro il blog di Fuori@lasse trovo materiale di qualità.Sono una vostra lettrice appassionata, oramai. Emanuela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: