Addio libri: ora si studia con IPad e LIM

Un’intervista esclusiva al prof. Claudio Riva, fautore della sperimentazione tecnologica nel nostro Istituto, pregio e vanto di alunni e insegnanti

Il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, l’aveva detto ad inizio anno che nell’immediato futuro tutte le classi della Secondaria di I e II grado avrebbero avuto un Ipad nuovo di zecca, altro che libri! E noi, nel nostro piccolo, ci stiamo a poco a poco avvicinando a tale modernità, adeguandoci anche con qualche riserva. Così scompaiono i libri e i registri? Ebbene sì. E in una classe del nostro Istituto, da settembre si va a scuola con i più moderni Ipad. Non è affatto uno scherzo, ma una realtà che inorgoglisce il nostro Istituto. A raccontarlo, il prof. Claudio Riva, responsabile della sezione G del plesso Gaffurio di viale Gorizia.

INTERVISTA. Come mai ha deciso di far studiare gli alunni su IPad?

Perché ho ritenuto che fosse giunto il momento di far utilizzare agli alunni degli strumenti che fossero più consoni a quelli che realmente li circondano e che lo strumento migliore a questo scopo iPad per praticità e ricchezza di applicazioni per lo studio.

Perché solo nella classe 1ªG?

Perché utilizzare nuovi strumenti comporta sempre una sperimentazione, anche rischiosa dal punto di vista didattico; è quindi impossibile iniziare da una 3, classe che si deve preparare ad un esame. La 2 ha già in dotazione la gran parte dei libri di testo e quindi si sarebbe aggiunta una spesa superflua per l’acquisti dei libri digitali. La 1 è invece una classe che inizia un percorso e quindi la più favorita per questa scelta.

A scuola ci vietano di portare tutto ciò che è tecnologico, da voi è al contrario! Addirittura sostituite i libri cartacei. Non è un controsenso?

Può sembrare un controsenso non utilizzare nuove tecnologie, ma da noi è possibile grazie alla struttura della scuola, non grande come la vostra, e dal numero di alunni che è notevolmente inferiore al vostro. E poi dipende anche da voi: come utilizzate, ad esempio, i cellulari? Sempre nel modo corretto? L’uso di nuovi strumenti tecnologici dipende anche dalla vostra responsabilità nell’utilizzarli.

Come è nata questa idea?

L’idea di utilizzare gli iPad mi è venuta da alcune riflessioni. La prima: è mai possibile che nel 2012 nella scuola non si educhino i ragazzi a un uso consapevole dei nuovi strumenti di comunicazione, che computer, smartphone, tablet non servono solo per giocare? Secondo: è sempre possibile che, in un sistema di apprendimento dei giovani basato principalmente sulla memoria visiva, non si sfruttino i nuovi mezzi a nostra disposizione per una nuova metodologia didattica? Terzo: molti ragazzi a casa fanno ormai le ricerche scaricando le informazioni da Wikipedia o altri siti simili: ma vengono educati e informati che non tutto quello che si trova in internet corrisponde a “verità” e guidati a non disperdersi nei mille rivoli che una ricerca a volte comporta? Potrei proseguire, ma diventerebbe troppo lungo.

Come hanno reagito gli alunni?

I ragazzi hanno risposto, ovviamente, con un enorme entusiasmo! E interfacciandosi in nuovo modo con i docenti: è bello vedere come le lezioni siano create assieme ai ragazzi e non solamente “imposte” dai docenti. Ovviamente ci sono poi aspetti che vanno “aggiustati” lungo il percorso, compresa la difficoltà da parte dei docenti di inserirsi in questo nuovo modo di operare.

Pensa di attuare questo progetto anche nel plesso di via Tabacchi?

L’idea è quella di allargare questa esperienza anche ad una classe della Tabacchi il prossimo anno…, vedremo! È però essenziale che la scuola sia coperta dalla rete internet, altrimenti è solo un modo diverso di portare (e già sarebbe positivo non andare avanti e indietro con chili di libri!) e leggere i libri di testo.

Chiara V. e Giulia S., 2^E Tabacchi

Annunci
Categorie: Il nostro quartiere, Interviste, News, Scienza&Tecnologia | Tag: , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: