La strage degli elefanti

Rimane un giallo la morte improvvisa di alcuni elefanti. Il Wwf indaga

KUALA LUMPUR. Dieci elefanti pigmei della riserva in Malaysia, tra cui sette femmine e tre maschi probabilmente appartenenti alla stessa famiglia, sono stati trovati morti più volte nel giro di tre settimane. Le autorità dello stato di Sabah ritengono che gli animali siano stati avvelenati e hanno composto una “task force” insieme alla polizia e al Wwf. Tutti gli animali trovati sono stati uccisi probabilmente per le zanne, ma non ci sono segni che facciano pensare a una caccia all’avorio. Le autopsie sugli animali hanno evidenziato nessuna ferita da arma da fuoco. “Sospettiamo decisamente che possa trattarsi di un avvelenamento acuto causato da qualcosa che hanno mangiato, ma stiamo ancora attendendo i risultati del laboratorio”, spiega un portavoce del parco. Gli elefanti della sottospecie asiatica, sono tra i più piccoli di taglia e si riconoscono per le maggiori dimensioni di orecchie e coda rispetto al corpo. Secondo le stime del Wwf sono meno di 1.500 gli elefanti pigmei presenti nella zona del Borneo, la maggioranza dei quali nello stato di Sabah. È per questo motivo che questo fatto è molto grave, e che l’avvelenamento, se volontario, rappresenterebbe una colpa grandissima. In una foto, si vede un piccolo di tre mesi accanto alla madre morta, che tenta invano di “risvegliarla”.

Aileen, Lara e Min, 2^D, Tabacchi

Annunci
Categorie: News | Tag: , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: