Terremoti: Scala Richter o Mercalli?

mercalli-richterQualcosa di più sulle misure dei terremoti

Quando ci sono i terremoti si parla sempre di “scale”! Scala Ricther o Mercalli? Ma che cosa sono? E soprattutto, che differenza c’è? La risposta sta tra il vecchio e il nuovo! La scala Mercalli, che oggi è stata superata dalla Richter, misura l’intensità di un movimento sismico. Lo si misura guardando i danni visibili. Infatti, al grado numero 4, le scosse si possono sentire facilmente, al grado numero 7, le costruzioni mostrano gravi danni. All’ultimo grado della scala, il numero 12, ogni opera umana verrebbe rasa al suolo, come accadde a Messina nel 1908. Invece, la scala che misura la magnitudo di un terremoto (la potenza), è stata ideata dallo statunitense Charles Richter nel 1935. Molto simile alla scala Richter è la scala Mks, utilizzata soprattutto nell’Europa dell’Est e che prende il nome dalle iniziali di tre scienziati che l’hanno inventata (Medvedev, Sponheuer e Karnik). Queste misure direbbero quanto è potente la scossa, misurando l’energia liberata dalle placche continentali. Inizia dal grado numero 0, cioè quando a 100 km dall’epicentro il terreno si muove di un millesimo di millimetro. Ogni unità aggiunta alla scala vuol dire un’energia trenta volte superiore e un’oscillazione dieci volte maggiore.

Pietro Z. 2^D

Annunci
Categorie: Scienza&Tecnologia | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: