Laboratorio di arte egiziana. Rappresentazione della figura umana

image008Noi bambini della 4^A di Via Brunacci stiamo studiando la civiltà egiziana, sui nostri testi abbiamo notato delle belle immagini di dipinti realizzati dagli Egizi. Per poter studiare meglio la loro arte, le nostre maestre ci hanno proposto un laboratorio con un’esperta che ci ha spiegato il loro modo di dipingere. Quando è arrivata nella nostra classe la signora Clara, l’esperta dell’associazione Ad Artem, ci ha mostrato alcuni dipinti che secondo noi sembravano un po’ tutti uguali. (John e Andrea)image002

Gli Egizi per disegnare utilizzavano una penna ottenuta masticando l’estremità di un rametto di canna fino a quando le fibre diventavano come setole. La carta si preparava con la pianta del papiro, si estraeva la parte interna delle canne e le fibre estratte venivano intrecciate. Una volta modellato il foglio era steso al sole ad essiccare. (Antonio e Dario)

Per gli Egizi era importante disegnare le figure umane, perché rappresentavano l’universo. Ai disegni di figure umane aggiungevano i gioielli e le parti di paesaggio, come l’acqua, le piante di papiro, gli uccelli in volo, i pesci e i disegni di geroglifici.  (Youssef)image004

I volti venivano disegnati di profilo per evidenziare gli occhi. Il busto era disegnato di fronte perché era sede del cuore che rappresentava il pensiero e l’anima. Le gambe invece rappresentavano la forza dei muscoli. (Vanessa e Emanuele)image006

Le figure avevano tutte la stessa altezza perché venivano disegnate con una tecnica particolare, si divideva il foglio di papiro in 18 quadretti,perché la testa doveva misurare tre quadretti,il corpo fino alle ginocchia dieci quadretti e dalle ginocchia in  giù cinque quadretti. (Marco)image008

Gli Egiziani non conoscevano la prospettiva perciò disegnavano una linea sotto i piedi. La tecnica usata per dipingere era la campitura ,il colore veniva steso dentro una forma delimitata da un contorno. (Francesca)

I colori erano ottenuti mescolando pigmenti con acqua o albume d’uovo. Ogni colore aveva un significato ben preciso: ROSSO: Colore della vita e della vittoria. Simbolo di collera e di fuoco. BIANCO: Colore dell’ onnipotenza e della purezza, usato per le cose sacre. (Yoel)

GIALLO:Colore dell’oro, simbolo di eternità. AZZURRO: Colore del cielo e dell’acqua, quindi simbolo di vita e di rinascita. (Sara)

NERO: Simbolo della notte e della morte, ma anche della fecondità, perché ricordava il limo del Nilo. VERDE: Colore della vegetazione e della vita nuova.(Melani)                                                

Grazie a questo laboratorio abbiamo imparato i segreti dell’arte egiziana, ora possiamo divertirci per conto nostro a produrre disegni simili inventati completamente da noi.

 Classe 4^A, Brunacci

Annunci
Categorie: Cronaca in Classe | Tag: , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: