Il nostro blog

Un minuto di silenzio per una delle peggiori tragedie del Sol Levante

A due anni di distanza, gli effetti del disastro si pagano ancora adesso

FUKUSHIMA. Per il secondo anniversario dello tsunami avvenuto l’11 marzo del 2011, il Giappone ha commemorato la tragedia con un minuto di silenzio. Tutto il Paese si è fermato alle 14:46 (le 6:46 in Italia), orario in cui si era verificata al scossa di magnitudo 9, causa la crisi nucleare, e ha portato tanta distruzione. Con le bandiere a lutto, le commemorazioni si sono tenuti nelle tre principali prefetture colpite dallo tsunami: Miyagi, Iwate e Fukushima. Ammontano a quasi 19.000 le vittime e i dispersi di una delle peggiori tragedie del Sol Levante. Il premier giapponese, Shinzo Abe, ha promesso di “promuovere i lavori di ricostruzione, compreso lo smaltimento dei detriti” e di fare in modo che il Giappone aumenti le capacità di prevenzione di disastri naturali e di ripristinare le condizioni di vita dei sopravvissuti nel più breve tempo possibile.

Alessandro, 2^D, Tabacchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star