L’incontro con Papa Francesco: «Per favore, non lasciamoci rubare l’amore per la scuola!»

imageSiamo le professoresse Conchita Pagliardi e Giovanna Santolini della Scuola Tabacchi; sabato 10 maggio siamo andate a Roma all’incontro della Scuola Italiana con Papa Francesco. L’esperienza è stata molto positiva e vorremmo condividere con tutti i colleghi, genitori, alunni e personale della scuola le nostre riflessioni.

Innanzitutto il trovarsi in mezzo a tante persone (abbiamo saputo poi che eravamo circa 300mila), che erano tutte lì per manifestare la passione per la scuola e sottolinearne l’importanza, ci ha dato una forte carica e la rassicurazione di non essere sole a credere in questi valori.

È stato interessante ascoltare gli interventi e in particolare vorremmo sottolinearne due. Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha affermato: «Insegnare è e deve tornare ad essere un lavoro bello, attrattivo e appassionante perché studiare è la più efficace forma di allenamento alla vita adulta; e perché la scuola è un bene comune: un diritto di ciascuno e un dovere per lo Stato (…). Garantirlo a tutti, alle medesime condizioni e senza distinzioni, è il segno più convincente della libertà di educazione».

image (1)Il ginnasta Jury Chechi ha raccontato la propria esperienza di vita e di campione olimpionico e ha invitato i ragazzi «a preferire una sconfitta pulita ad una vittoria sporca», frase poi ripresa dal Papa.

Molti altre testimonianze sarebbero da riportare, ma ci preme comunicarvi le parole del Papa che ci hanno maggiormente colpito, che nel suo intervento ha evidenziato alcuni punti fondamentali, capisaldi di una vera scuola.

Il Papa ha detto e affermato:

– che la scuola è scuola dello sguardo: «È sempre uno sguardo che ti aiuta a crescere»;

– che la scuola apre alla realtà: «Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni. E noi non abbiamo diritto ad aver paura della realtà! La scuola ci insegna a capire la realtà e questo è bellissimo!»;

– che la scuola è luogo di incontro: «E noi oggi abbiamo bisogno di questa cultura dell’incontro per conoscerci, per amarci, per camminare insieme… A scuola noi “socializziamo”: incontriamo persone diverse da noi, diverse per età, per cultura, per origine, per capacità. La scuola è la prima società che integra la famiglia»;

– che «l’educazione non può essere neutra. O è positiva o è negativa; o arricchisce o impoverisce; o fa crescere la persona o la deprime, persino può corromperla»;

– che «la missione della scuola è di sviluppare il senso del vero, il senso del bene e il senso del bello. E questo avviene attraverso un cammino ricco, fatto di tanti “ingredienti”. Ecco perché ci sono tante discipline! (…) In questo modo coltiviamo in noi il vero, il bene e il bello; impariamo che queste tre dimensioni non sono mai separate. Se una cosa è vera, è buona ed è bella; se è bella, è buona ed è vera; se è buona, è vera ed è bella»;

– che la scuola deve essere «una strada che faccia crescere le tre lingue che una persona matura deve sapere parlare: la lingua della mente, la lingua del cuore e la lingua delle mani. Ma, armoniosamente, cioè pensare quello che tu senti e quello che tu fai; sentire bene quello che tu pensi e quello che tu fai; e fare bene quello che tu pensi e quello che tu senti. Le tre lingue, armoniose e insieme!».

Ed ha concluso: «E per favore… per favore, non lasciamoci rubare l’amore per la scuola!».

Tornare lunedì al lavoro, nonostante la stanchezza del viaggio, è stato gratificante per una rinnovata energia e un rafforzato entusiasmo, qualità che di continuo necessitano nel nostro lavoro.

Conchita Pagliardi e Giovanna Santolini

P.S. Per chi fosse interessato a leggere integralmente il discorso del Papa : http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2014/05/10/0339/00745.html

Categorie: Lettere ed Interventi | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: